Immaginate che alle scuole elementari ogni bambino avrà la possibilità di piantare un albero e accudirlo (una volta a settimana ad esempio). In 5 anni lo vedrà crescere e sarà merito suo (c’è bisogno anche di un adulto che coordini il piccolo bosco che si verrà a creare). Inanzitutto già da piccoli si impara a il valore degli alberi e la gioia di vederlo crescere, così da fare crescere nei più piccoli quel sentimento verso la Natura che si è perso.

Poi si potrebbe fare che alle medie e alle superiori (quindi ragazzini più grandi) si vadano a controllare gli alberi dei più piccini e si facciano i lavori più pesanti (erbacce, potatura etc).

Una nuova generazione che cresce con gli alberi e li coltiva e li vede come un qualcosa da proteggere (data la fatica e il tempo che hanno usato per farli crescere)